Dott. Alessandro Monteleone

vendita di azienda fallimento n. n. 29/2020 e 47/2020

asta non abilitata ad offerte on line

Tipologia d'asta:

Asta fallimentare

Giudici, Commissari e/o Curatori:

TRIBUNALE DI FERRARA
Giudice Delegato sezione Fallimentare: Dott.ssa Anna Ghedini
Curatore Dott. Alessandro Monteleone

Sede d'asta:

Via del Lavoro 22 Ferrara "Sala Aste"

Visione dei beni:

su appuntamento

Maggiori informazioni:

Istituto Vendite srl Era casa d'aste Via del Lavoro 22 Ferrara aperti dal lunedì al Venerdì dalle ore 9 alle 13.00 tel. 0532/56655 - 0376/1888012 - fax 0376/1888017 - cell. 335/6740955 e.mail estenseaste@gmail.com

Giorno ed ora asta:

27/07/2021 12:00
Rome timezone

Chiusura dell'Approvazione all'asta:

27/07/2021 10:00
Rome timezone

Numero di posti ancora disponibili in sala

30

string(16) "carta di credito"

Pagamento accettato

carta di credito

Minimo cauzione

nessuno

BANDO DI VENDITA DI COMPLESSO AZIENDALE

Tribunale di Ferrara Fallimenti di: “Casa di Spedizioni Cagnoni & c. s.n.c.” nonché dei soci in proprio n. 29/2020, e “SERVIND s.r.l.” n. 47/2020

Giudice Delegato : dott.ssa Anna Ghedini

Curatore: dott. Alessandro Monteleone

SI AVVISA CHE E' STATA FISSATA

presso la sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Ferrara s.r.l., in Ferrara, via del Lavoro n. 22, avanti al dott. Alessandro Monteleone, curatore dei Fallimenti di: - “Casa di Spedizioni Cagnoni & c. s.n.c.” nonché dei soci in proprio - “SERVIND s.r.l.” per il giorno 27 luglio 2021 alle ore 12,00,

la vendita, senza incanto ai sensi dell'articolo 573 c.p.c. e congiunta in un unico lotto, di tutti i beni e diritti dei fallimenti: - della società “Casa di Spedizioni & c. s.n.c.”, costituiti da:

-  automezzi (trattori stradali, rimorchi, semirimorchi e carrelli stradali), containers e attrezzatura di officina, mobilio e macchine d’ufficio e contratto di leasing immobiliare (debito residuo € 70.000,00) avente ad oggetto il compendio immobiliare già sede delle imprese fallite in Copparo (FE), Via Bissarre 44/46, costituito da un’area di circa 29.300 mq, in buona parte asfaltati ovvero pavimentati con materiali inerti da cava e/o riciclati e conglomerato bituminoso, sulla quale insistono una palazzina di due piani per complessiva mq 600 adibita ad uffici nonché ad appartamento del custode, un capannone di 1.670 mq già adibito a ricovero mezzi, officina e deposito ed una tensostruttura di circa 500 mq; - della ditta individuale “Cagnoni”, costituiti da automezzi (trattori stradali, rimorchi, semirimorchi e carrelli stradali) e - della società “SERVIND s.r.l.”, costituiti da automezzi (trattori stradali, rimorchi, semirimorchi e carrelli stradali), containers e attrezzatura di officina, mobilio e macchine d’ufficio. L’area in cui avevano sede le suddette imprese fallite ed oggetto del suddetto contratto di leasing immobiliare è stata posta sotto sequestro dal Comando dei Carabinieri per la Tutela Ambientale – Nucleo Operativo Ecologico di Bologna a cagione della presenza di una rilevante quantità di materiali vari considerabili rifiuti, in particolare da una rilevante quantità di balle di stracci e scarti tessili, che sono stati peraltro descritti, unitamente alla passività ambientali riscontrate nell’area, nell’apposita suddetta relazione tecnica redatta dall’ing. Marco Rubin. Tutti i beni e diritti sopra indicati sono dettagliatamente indicati e descritti nell’elenco dei beni e dei diritti in vendita; il compendio immobiliare oggetto del contratto di leasing, le passività ambientali ed i materiali considerabili rifiuti per la presenza dei quali l’area è stata posta sotto sequestro sono stati analiticamente descritti nelle perizie redatte dall’ing. Marco Rubin, che dovranno essere consultate dall'eventuale offerente ed alle quali si fa espresso rinvio. (I suddetti “elenco dei beni e diritti in vendita”, perizie e relazioni sono consultabili sui siti internet www.asteferrara.it www.astepay.it, www.tribunale.ferrara.it e www.asteannunci.it, nonché sul Portale delle Vendite Pubbliche www.portalevenditepubbliche.giustizia.it, oltre che disponibili presso lo Studio del Curatore e presso la sede dell’Istituto Vendite Giudiziarie di Ferrara s.r.l.)

La modalità di vendita congiunta tra i suddetti fallimenti in un unico lotto è stata autorizzata dal Giudice Delegato dopo essere stata condivisa e concordata, oltre che con la competente Procura della Repubblica, anche con la società FRAER Leasing s.p.a. proprietaria del sopra ricordato compendio immobiliare, le quali hanno formalmente dichiarato, la prima di consentire che le operazioni di bonifica e smaltimento siano svolte dall’aggiudicatario acquirente del complesso aziendale, e la seconda di consentire all’aggiudicatario - e quindi al futuro titolare del contratto di leasing in corso - di riscattare l’immobile entro trenta giorni dall’acquisto del compendio aziendale che sarà venduto da questa procedura. Il notaio Iolanda Carnevale del Collegio Notarile di Ferrara, a ministero della quale sarà redatto l’atto di cessione d’azienda, ha poi verificato ogni aspetto dell’atto stesso (cessione d’azienda) che si redigerà ed ha confermato la sua liceità e fattibilità in ogni sua parte e per ogni suo aspetto.

Potrà partecipare all’asta solamente chi avrà presentato un’offerta d’acquisto, che dovrà essere consegnata al curatore, presso il suo Studio in Ferrara previo appuntamento entro le ore 13 del giorno 26 luglio 2021, ovvero e successivamente, all’Istituto Vendite Giudiziarie di Ferrara s.r.l. entro le ore 10,00 del giorno in cui si terrà l’asta. Al proposito si precisa che: - eventuali offerte pervenute per un prezzo inferiore al prezzo base d’asta non saranno prese in considerazione;

- il saldo prezzo dovrà avvenire all'atto della stipula notarile della cessione d’azienda, da effettuarsi entro e non oltre 45 giorni dall’aggiudicazione; - l’offerta dovrà essere dichiarata espressamente irrevocabile per almeno 120 (centoventi) giorni dalla data di presentazione;

- l’immobile verrà acquistato nelle condizioni in cui si trova, senza la possibilità di eccepire vizi o problemi di qualsiasi genere dopo l’aggiudicazione.

L’offerta dovrà inoltre contenere la precisazione che la stessa viene formulata:

- avuto riguardo allo stato di fatto e di diritto degli immobili, dei beni e dell’intera area aziendale, dei quali l'offerente dichiara di aver preso dettagliata visione, obbligandosi espressamente a bonificare il sito e smaltire i rifiuti a sue spese e cura, secondo le disposizioni di legge in materia;

- con espressa previsione di rinuncia alle norme concernenti la garanzia per vizi o la mancanza di qualità promesse. In ogni modo, vizi, mancanza di qualità, difformità della cosa venduta rispetto alla descrizione contenuta nella sopra ricordata perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

PREZZO BASE: € 50.000,00 RILANCIO MINIMO: € 5.000,00 OFFERTA MINIMA: € 50.000,00 CAUZIONE 20% del prezzo offerto

Per quanto riguarda il compendio immobiliare oggetto del contratto di leasing si precisa quanto segue: Conformità urbanistica: Sussistono difformità meglio esplicate in perizia. Conformità edilizia: sussistono difformità meglio esplicitate in perizia. Conformità catastale: sussistono difformità meglio esplicitate in perizia.

AVVERTENZE GENERALI

La vendita ha per oggetto, tra l’altro, un contratto di leasing immobiliare, che presenta un debito residuo verso la società di leasing locatrice di € 70.000,00. L’importo di tale debito residuo sarà mantenuto immutato fino al momento del riscatto e comunque non oltre il 31 dicembre 2021, e fino a tale data deve pertanto essere considerato comprensivo degli interessi maturati e maturandi.

Con l’acquisto del contratto di leasing – che avverrà unitamente agli altri beni aziendali – l’acquirente subentra nella posizione della locataria fallita. Una volta acquistato il ridetto contratto, l’acquirente potrà perciò divenire proprietario dell’immobile oggetto del contratto stesso versando alla società locatrice FRAER LEASING s.p.a. la suddetta somma di € 70.000,00, pari al debito residuo. La citata perizia redatta dall’ing. Rubin si riferisce al compendio immobiliare oggetto del suddetto contratto di leasing. Con la cessione del contratto, verrà perciò trasferito il possesso del ridetto compendio immobiliare nello stato di fatto e di diritto nel quale si trova, così come identificato, descritto e valutato dall'esperto nella relazione, senza alcuna garanzia per evizione e molestie, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive eventualmente esistenti.

La vendita è a corpo e non a misura ed eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo.

Conseguentemente l'esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere (ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti) per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni.

 Gli interessati potranno esaminare tutti i beni posti in vendita facendone richiesta al curatore dott. Alessandro Monteleone, che provvederà ad accompagnare gli interessati medesimi presso l'immobile suddetto. Le richieste di visita dell'immobile dovranno essere trasmesse direttamente al curatore (pec: alessandro.monteleone@legalmail.it ) ovvero tramite il Portale delle Vendite Pubbliche, di cui si dirà meglio appresso; la visita dovrà avvenire entro i successivi 15 giorni.

Il termine di versamento del saldo del prezzo nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita, come quantificati dal curatore, è di 45 (quarantacinque) giorni dall’aggiudicazione e comunque all’atto della stipula notarile dell’atto di cessione, se sottoscritto prima di detto termine. In caso di inadempimento, l’aggiudicazione sarà revocata con le conseguenze previste dall’art. 587 c.p.c. . In nessun caso, sarà possibile intestare i beni ed i diritti oggetto della vendita a soggetto diverso da quello che risulti offerente e a favore del quale sia stata pronunciata l’aggiudicazione.

Il compenso del notaio e tutte le spese inerenti e derivanti dalla cessione dei beni oggetto della vendita (azienda), compreso ogni onere fiscale, saranno a carico dell’aggiudicatario, e quindi anche quelle relative delle formalità di registrazione, trascrizione e voltura catastale. In aggiunta al prezzo di aggiudicazione, è a carico dell’aggiudicatario il pagamento delle somme necessarie per la sanatoria degli eventuali abusi e, quindi, di quelle somme dovute a titolo di oblazione, canoni concessori, etc..

L'offerente ha l'onere di dichiarare la propria residenza o di eleggere domicilio nel Comune in cui ha sede il Tribunale; in mancanza, le comunicazioni dirette all'offerente saranno effettuate presso la Cancelleria ex art. 174 c.p.c.. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge.

La pubblicità, le modalità di presentazione delle offerte e le condizioni di vendita sono regolate come segue: Per la presente vendita è esclusa la forma della vendita sincrona mista di cui all’art. 22 del Decreto del Ministero della Giustizia 26/02/2015 n. 32. Pertanto, le offerte di acquisto potranno essere presentate solamente su supporto analogico, ossia in forma cartacea. Tutti coloro che avranno formulato l’offerta partecipano pertanto alle operazioni di vendita comparendo innanzi al curatore nel giorno e nel luogo sopra indicati.

SOGGETTI LEGITTIMATI A PRESENTARE LE OFFERTE

A norma dell’art. 571 c.p.c., ognuno, tranne la società fallita ed i suoi amministratori, è ammesso a presentare offerta per l’acquisto dei beni e diritti posti in vendita, personalmente od a mezzo di procuratore speciale.

MODALITA' E TERMINI DI PRESTAZIONE DELLA CAUZIONE

La cauzione, pari, al 20% del prezzo proposto, deve essere versata tramite assegno circolare non trasferibile intestato a “ dott. Alessandro Monteleone curatore dei fallimenti n. 29/2020 e 47/2020” ed inserito nella busta contenente l’offerta. Immediatamente dopo la gara gli assegni circolari saranno restituiti a coloro che non saranno risultati aggiudicatari. VALIDITA' ED EFFICACIA DELL'OFFERTA Indipendentemente dalla modalità di relativa presentazione, a norma dell’art. 571 c.p.c., l’offerta è irrevocabile salvo che il Giudice ordini l’incanto ovvero siano decorsi 120 giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. L’offerta non è efficace:

  • se perviene oltre il termine stabilito.
  • se è inferiore al prezzo base d’asta stabilito nel presente avviso; • se l’offerente non presta cauzione, con le modalità succitate, o non la presta nella misura del 20% del prezzo da lui proposto.

 

Di seguito si elencano gli automezzi i cui libretti di circolazione sono  stati sottoposti a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria poiché su di essi sono state annotate revisioni non effettuate regolarmente.

Si evidenzia che il sequestro potrà essere cancellato una volta che tali automezzi saranno nuovamente sottoposti a revisione con esito positivo